sabato 18 ottobre 2014

Riproduzioni


questa buonissimo piatto di pasta arriva direttamente dalla mia voglia di riprodurre sapori che mi hanno particolarmente colpito.
Nella fattispecie, una pasta assaggiata alla Kuccagna di Dovera, tanto per cambiare.
Quella che ho  assaggiato da loro erano bavette fresche integrali, che io però non avevo tempo di fare e così ho ripiegato su uno spaghetto quadrato, appena comprato.
Sono andata a naso, mettendoci del mio, ma il sapore era decisamente quello!
Posso dire di esserne contenta, e lo rifarò spesso. E' un piatto che si fa velocemente e regala sfumature di sapori inattese.
E grazie a Roberto  Magnani, chef de la Kuccàgna, per i suoi piatti sempre molto azzeccati e per me fonte di ispirazione e soddisfazione...


Spaghetto quadrato, calamari gamberi e spinacini novelli al profumo di zenzero

per due/tre persone

500 gr calamari di piccola pezzatura
600/700 gr gamberi rossi di Sicilia
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
1 pezzetto di zenzero, circa 3 cm
una manciata abbondante di spinacini novelli
spaghetti quadrati q.b.
olio e.v. d'oliva di buona qualità
sale, pepe


 pulite i calamari, eliminate la pelle, dividete il sacco dai tentacoli, lavateli bene e tagliate a rondelle il sacco e dividete a metà i tentacoli.
Sgusciate i gamberi, eliminate il budellino, lavateli e con un coltello affilato dividetli a metà.
Lavate e asciugate il prezzemolo, sbucciate il pezzetto di zenzero e lo spicchio d'aglio.
Tritate tutto molto finemente.
Lavate e asciugate grossolanamente  gli spinacini.
Mettete a bollire l'acqua della pasta.
In una larga padella scaldate un po' di olio d'oliva buono, unite il trito di prezzemolo, aglio e zenzero e lasciate insaporire qualche secondo poi aggiungete prima i calamari, lasciate cuocere circa 5 minuti poi unite i gamberi, e continuate a cuocere per altri 5 minuti più o meno. Il sugo è pronto.
Cuocete la pasta e non appena è pronta, scolatela e mettetela nella padella con i gamberi e i calamari, aggiungete gli spinacini novelli e mescolate bene il tutto affinchè prenda perfettamente il condimento.
Il calore della pasta sarà sufficiente a far appassire gli spinacini lasciandoli però ancora un po' croccanti.
Servite subito.


Veloce, non è vero?
La prossima volta farò la pasta fresca integrale, ma  credo che questa ricetta andrebbe bene anche per della pasta alla chitarra o delle sottili tagliatelline all'uovo...